Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

L'uomo, cittadino sudamericano, è stato fermato dai carabinieri della compagnia di Desio a Muggiò poco dopo il sinistro mentre stava cercando rifugio a casa di un parente

L'incidente (Foto B&V Photographers)

Guidava con un tasso alcolemico quasi tre volte il limite consentito alle 9.30 del mattino quando al volante di una Ford Fiesta ha tamponato e travolto una moto con a bordo una coppia. Uno schianto che non ha lasciato scampo alla donna, 60 anni, residente a Monza, che è morta sul colpo. A terra, ferito, sull'asfalto è rimasto un 56enne che ora è in gravi condizioni all'ospedale San Gerardo. 

Il conducente dell'auto invece è sceso dal veicolo e l'ha abbandonato sulla statale, fuggendo via a piedi. E dirigendosi proprio dove i carabinieri lo stavano già aspettando. In manette, sottoposto a fermo con l'accusa di omicidio stradale e omissione di soccorso, è finito un 30enne di origini sudamericane con precedenti. A fermarlo, poco dopo l'incidente mortale avvenuto a Lissone lungo la Valassina, sono stati i carabinieri della compagnia di Desio.

In seguito al sinistro sabato mattina, lungo la Strada Statale 36 del Lago di Como e dello Spluga, sono intervenute diverse pattuglie della polizia stradale di Monza e Brianza che si sono messe sulle tracce del pirata della strada che si era allontanato a piedi, allertando le forze di polizia del territorio. In Valassina - dove il traffico è rimasto a lungo paralizzato - sono giunti anche i mezzi del 118 con due ambulanze, un'automedica e l'elisoccorso in codice rosso e i vigili del fuoco del comando provinciale di Monza. Per la donna, passeggera della moto, è stato tutto inutile, troppo gravi le lesioni riportate nello schianto.

La fuga a piedi e il fermo

Mentre i soccorsi giungevano in Valassina e constatavano il decesso della donna, è iniziata la "caccia" all'uomo. Il trentenne dopo aver abbandonato la vettura lungo la corsia di emergenza ha camminato, ubriaco, per circa due chilometri, fino ad arrivare a Muggiò a casa di un parente dove ad attenderlo ha trovato i carabinieri che nel frattempo si erano già messi sulle sue tracce. Per l'uomo è scattato il fermo di indiziato di delitto con le accuse di omicidio stradale e omissione di soccorso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • Maxi blitz della polizia ai giardinetti e un elicottero in volo sopra Monza

  • Il coronavirus torna a far paura: "Situazione può diventare esplosiva, adesso Monza rischia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento