Latitante da tre mesi, torna a casa a salutare la famiglia: arrestato

L’uomo era evaso dai domiciliari alla fine di giugno. Mercoledì i carabinieri lo hanno aspettato sotto casa di alcuni parenti e lo hanno bloccato. Il ricercato si è lanciato dal secondo piano ma non è riuscito a fuggire

L'uomo è stato arrestato - Foto repertorio

Per più di tre mesi è rimasto nell’ombra. Da fine giugno è sempre riuscito a sfuggire ai carabinieri che gli davano la caccia. Ma alla fine, a vincere la “battaglia” sono stati proprio i militari che hanno anticipato la sua ultima mossa e lo hanno incastrato. 

Mercoledì, gli uomini della compagnia di Sesto San Giovanni sono riusciti ad arrestare un pregiudicato italiano di cinquantadue anni, molto noto tra Milano e Monza, che era scappato a giugno scorso dagli arresti domiciliari. 

L’uomo, che stava scontando una condanna del tribunale di Monza per reati contro il patrimonio, aveva fatto perdere le sue tracce più di tre mesi fa e da allora per i carabinieri era stato impossibile rintracciarlo. 

Mercoledì, però, è arrivata la svolta. I militari si sono presenti sotto l’appartamento della famiglia del cinquantaduenne e i parenti, alla vista dei carabinieri, hanno ritardato l’apertura.

Nel frattempo - secondo la ricostruzione dell'arma - il malvivente ha provato a scappare dalla finestra sul retro. Con l'aiuto di una ringhiera, l'uomo si è calato dal secondo piano fino al pian terreno. Una volta giù, ha preso più volte la rincorsa per scavalcare il muro di cinta del cortile dell'edificio. 

I suoi tentativi, però, sono stati vani per colpa del filo spinato e dei cocci di vetro con i quali era ricoperta la parte superiore della barriera, che gli hanno procurato un taglio alla mano sinistra.

Raggiunto da altri due militari che lo 'aspettavano' sul retro dell'edificio, il cinquantaduenne è stato arrestato. Ammanettato e portato alla tenenza di Cologno Monzese, è stato poi soccorso dal 118 a causa della ferita, prima di essere trasferito in carcere. 

Oltre alla condanna in corso, durante la sua latitanza il fuggitivo è stato raggiunto da un provvedimento dell'autorità giudiziaria di Monza per traffico di sostanze stupefacenti e porto abusivo di armi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dovrà scontare altri tre anni e nove mesi di prigione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento