Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Lissone

Puzze in città, 36 famiglie pronte a "investigare" sui cattivi odori

Succede a Lissone dove l'Amministrazione comunale sta coinvolgendo i cittadini al tavolo tecnico sui miasmi in città

Le puzze non demordono e l’Amministrazione comunale di Lissone coinvolge i  cittadini. Settimana prossima altre 36 famiglie parteciperanno  al tavolo tecnico sovracomunale istituito per approfondire le problematiche dei miasmi percepiti dalla popolazione residente nelle vie attigue agli stabilimenti industriali di Via Pacinotti e Via Majorana.

Già nella seconda metà di agosto, il Comune aveva provveduto a coinvolgere altre 36 famiglie del quartiere ad Est di Lissone, ricevendo una prima lista di adesioni. Ora, con questa nuova “chiamata” rivolta a persone sorteggiate e tenute come riserve, l’obiettivo è quello di raggiungere il numero minimo di 20 componenti.

Le famiglie sorteggiate come “riserve” nei prossimi giorni riceveranno una lettera a firma del sindaco Concettina Monguzzi nella quale verranno invitate ad aderire all’indagine. Si tratta di nuclei residenti nell’area di via Pacinotti, Majorana e limitrofe, l’area oggetto di alcune segnalazioni pervenute in Municipio nel 2019 nelle quali si evidenziano puzze originate dall’attività produttiva che ha sede nella zona.

Il Tavolo tecnico prevede, fra i vari step, il coinvolgimento di almeno 20 nuclei famigliari per dare il via al campionamento in loco, come delineato dalle disposizioni regionali in materia e come condiviso con tutti i soggetti coinvolti e con l’azienda stessa.

Un problema, quello delle puzze, che nelle ultime settimane sta coinvolgendo anche il Comune di Monza. Tanto che il sindaco Dario Allevi ha invitato i cittadini a segnalare eventuali miasmi inviando un’email a ambiente@comune.monza.it. Oltre 150 le segnalazioni giunte in pochi giorni. Puzze di vario tipo che si sentono sia in centro sia in periferia. Il Comune, che ha già attivato Arpa, i suoi tecnici e i suoi agenti di polizia locale, ad oggi non ha ancora trovato la causa. Si escludono ditte e concimi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puzze in città, 36 famiglie pronte a "investigare" sui cattivi odori

MonzaToday è in caricamento