Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Lissone

Addio alla collinetta Anas: ecco che cosa sorgerà

Il 7 settembre al via il cantiere a Lissone

Dopo trent’anni di attesa il 7 settembre inizierà il cantiere per la sistemazione della collinetta Anas di Lissone. L’annuncio del Comune dopo aver ricevuto la comunicazione dall'Azienda nazionale autonoma delle strade statali

L’area - tra via Cellini e via Mascagni - è uno dei principali snodi di accesso alla città. L’obiettivo è riqualificarla.

Il progetto prevede, dopo un intervento preliminare di sistemazione della collinetta, la realizzazione di un’area per i mezzi operativi di Anas, e la creazione contestuale di un’area verde piantumata ad uso pubblico. I due interventi sono preliminari e funzionali alla creazione di un collegamento viabilistico che unirà via Guareschi e via Sacconi con il controviale della SS36. Il progetto sarà curato e finanziato dal Comune.

La riqualificazione della collinetta Anas è una questione che si protrae da decenni e che, all’inizio della scorsa estate, aveva trovato una soluzione. Il Consiglio comunale aveva approvato il programma di riqualificazione presentato da Anas e nella seduta consiliare del 26 giugno 2020 modificato  il Piano dei servizi del piano di governo del territorio vigente individuando una nuova destinazione per gli spazi prossimi alla Strada Statale 36.

Anas coordinerà la realizzazione del progetto, con costi interamente a proprio carico in quanto è a tutti gli effetti proprietaria delle aree situate in prossimità dello svincolo SS.36 direzione Lecco uscita “Lissone centro – Desio sud”; si tratta di una superficie di circa 7.500 metri quadrati racchiusa tra viale Valassina, e le vie Guareschi e Cilea.

Il cantiere inizierà il 7 settembre e se non ci saranno intoppi i lavori termineranno entro la primavera 2022.  È già stato predisposto il piano per la gestione dei rifiuti, mentre l’impresa aggiudicataria delle opere nella prima fase si concentrerà su una preliminare pulizia della collinetta e il taglio degli arbusti.

In questi primi mesi di lavoro - sulla base della proposta progettuale di Anas, che ha recepito le richieste del Comune - gli operai rimoduleranno il terreno per rendere la superficie uniforme. Ottenendo un nuovo profilo del terreno, sarà poi possibile procedere con la realizzazione di un’area ad esclusivo servizio dei mezzi operativi  ed effettuare la piantumazione dello spazio limitrofo.

Le opere creeranno un nuovo perimetro recintato dell’area che darà la possibilità di avviare le opere relative al miglioramento della viabilità del quartiere con il collegamento della via Guareschi  e della Via Sacconi con il controviale della SS 36.

“La necessità di definire il progetto nei dettagli ha richiesto ulteriori mesi di lavoro a cui hanno fatto seguito l’indizione della gara e l’assegnazione dei lavori, operazioni entrambe a carico di Anas. Ora finalmente siamo giunti all’obiettivo di vedere fisicamente  il via ai lavori e cambiare definitivamente faccia ad una delle porte della nostra città – affermano il sindaco Concettina Monguzzi e l'assessore Marino Nava -. E’ un’opera che i residenti di tutto il quartiere Da La’ Dal Punt, ma non solo, attendono da tempo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio alla collinetta Anas: ecco che cosa sorgerà

MonzaToday è in caricamento