A Monza a guidare la Chirurgia Toracica arriva Marco Scarci, il più giovane primario

Un curriculum prestigioso e una formazione internazionale. Entrerà nella squadra della ASST di Monza dal 2018

Marco Scarci

E' il più giovane chirurgo della ASST e sta arrivando a Monza da Londra. L'Azienda SocioSanitaria Territoriale di Monza per il nuovo anno si arricchisce di una nuova figura professionale: a inizio 2018 arriverà in Brianza Marco Scarci, 41 anni, il nuovo primario di Chirurgia toracica.

Attualmente il Dottor Scarci è Consultant Thoracic Surgeon presso l’University College London Hospital NHS Foundation Trust (ospedale pubblico del Sistema Sanitario Nazionale del Regno Unito) nonché direttore del Congresso della società europea di Chirurgia toracica, il più grande simposio al mondo del settore.

“Il nostro obiettivo – sottolinea Matteo Stocco, Direttore generale della ASST di Monza – è quello di potenziare il reparto e di andare a coprire le necessità di entrambi i presidi, Monza e Desio, oltre ad aumentare la capacità produttiva degli ospedali con l’ingresso in sala operatoria di una nuova figura riconosciuta a livello europeo sia dalla comunità scientifica, sia dalle autorità inglesi come rappresentante presso il governo centrale per la chirurgia toracica per l’Est dell’Inghilterra”.

Laureato con lode in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti nel 2001, Scarci ha lavorato in diversi ospedali: prima a Malta, nel Regno Unito e in Canada grazie alle sue competenze, arrivando come primario all’ospedale di Papworth a Cambridge, la maggiore struttura per la chirurgia cardiotoracica, principale centro nazionale per trapianti di cuore e polmone, specializzato nella endoarterectomia polmonare e tra i primi centri in Europa ad offrire l’impianto di valvola aortica transcatetere. Un ospedale con una storia illustre essendo la struttura dove è stato realizzato il primo trapianto cuore/polmoni e fegato al mondo. Al contempo Marco Scarci ha svolto anche il ruolo di senior clinical tutor presso l’Università di Cambridge. Scarci è poi passato all’University College London Hospital come primario, tra le realtà più complesse al servizio della popolazione locale, britannica e internazionale, qualificato tra i cinque centri di ricerca biomedica del Regno Unito, dove Scarci oggi è anche Honorary senior clinical lecturer.

“Per quanto riguarda il mio arrivo a Monza – sottolinea il futuro primario monzese - sono molto orgoglioso di essere stato scelto alla guida del reparto di Chirurgia toracica. L’ospedale dispone di professionalità e capacità avanzate che, insieme alla mia formazione internazionale e alle collaborazioni scientifiche con altri enti esteri, contribuiranno all’ulteriore sviluppo dell’ospedale in un centro di riferimento nazionale e internazionale. Durante i miei contatti iniziali ho potuto constatare come l’ospedale sia amministrato da un team altamente coeso e funzionale, per nulla dissimile dalle mie esperienze estere. Vorrei esprimere il mio più sentito ringraziamento al dott. Stocco per la fiducia attribuitami”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il curriculum di Scarci parla da solo: in qualità di dirigente medico di primo e secondo livello in Chirurgia toracica ha trattato 1522 casi come primo operatore (di questi 687 casi di chirurgia maggiore), con un tasso di mortalità dello 0,4%, fortemente inferiore alla media del Regno Unito, pari al 2,25%, e a livello internazionale. La permanenza ospedaliera media dei casi trattati è pari a 4,96 giorni, inferiore alla media di 12,4 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento