rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Già ai domiciliari per droga, minaccia una donna per un prestito e finisce in carcere

La donna aveva prestato al connazionale, senza mai riaverli indietro, dei soldi e aveva ricevuto messaggi minatori. L'arresto

Già ai domiciliari per spaccio di droga, ha minacciato con telefonate e messaggi una donna per non restituirle il denaro che gli aveva prestato.

E' stato per questo motivo, dopo la formale denuncia presentata dalla vittima, che i carabinieri della compagnia di Vimercate hanno arrestato a Carugate un 35enne nordafricano, pregiudicato.

L'uomo, che stava scontando una pena di due anni ai domiciliari su condanna del Tribunale di Milano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è stato raggiunto da un provvedimento di sospensione della misura emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Milano.

Il trentancinquenne infatti si è reso responsabile di appropriazione indebita e minacce nei confronti di una connazionale che gli aveva prestato 80 euro. Trascorso del tempo dal prestito infatti la donna aveva chiesto all'uomo la restituzione del denaro ma in cambio, dopo due mesi di attesa, aveva ricevuto soltanto minacce al telefono e tramite sms. L'arrestato è stato accompagnato in carcere a San Vittore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Già ai domiciliari per droga, minaccia una donna per un prestito e finisce in carcere

MonzaToday è in caricamento