Cronaca

"Parcheggio" abusivo: monopattino abbandonato sul percorso dei non vedenti

Succede alla stazione di Monza. La denuncia sulla pagina Facebook "Sei di Monza se...". Ma purtroppo il parcheggio selvaggio dei monopattini è diffuso ovunque

A Monza (ma non solo) li abbandonano ovunque: in mezzo alla strada,  in mezzo ai marciapiedi, lungo le piste ciclopedonali. Qualcuno si è anche divertito, alcune settimane fa, a “parcheggiarlo”  nel Lambro.

Nell’ultimo fine settimana anche lungo il percorso tattile riservato a ciechi e agli ipovedenti davanti alla stazione cittadina.

Il popolo della rete si è indignato chiedendo maggiore civiltà agli utenti che si muovono per la città di Monza a bordo dei monopattini. Circa 400 quelli presenti in città, messi a disposizione dagli operatori Dott e Wind secondo un accordo con Monza Mobilità (la partecipata del Comune), e dislocati sia in centro sia in periferia.

Poi “parcheggiati” ovunque creando disagi e, come nel caso della stazione, anche il pericolo di farsi male.

L’appello è stato lanciato sulla pagina Facebook “Sei di Monza se…” dove una utente ha pubblicato l’immagine di un monopattino abbandonato proprio accanto all’ingresso della stazione dove c’è la mappa tridimensionale informativa in Braille con le notizie utili per i viaggiatori non vedenti. Un punto posto proprio alla fine del percorso tattile che conduce in stazione.

“Cerchiamo di prestare più attenzione – si legge sul post -. Tanto più che dal lato dei giardinetti pubblici c’è un ampio spazio appositamente destinato alla sosta di questi mezzi”.

La rete, sull’argomento, si è scatenata e accanto a chi, poco sensibile alla fragilità altrui, ha banalizzato il problema invitando i passanti a spostare i monopattini, in tanti hanno testimoniato questa cattiva abitudine che, dal centro alla periferia, porta spesso a incappare in monopattini abbandonati e che possono mettere a rischio la mobilità altrui.

Sollecitando anche a una campagna di sensibilizzazione e di informazione sulla presenza dei percorsi tattili per i non vedenti.

Dal Comune fanno sapere che già nei mesi scorsi era stata promossa una campagna di sensibilizzazione per il corretto utilizzo dei monopattini, con la presenza di tutor. Poi, però, a causa dell’emergenza sanitaria il servizio è stato interrotto. Inoltre la Polizia locale è particolarmente sensibile al tema controllando e sanzionando il mancato rispetto nell’utilizzo e nella sosta dei monopattini. Purtroppo, però, non è possibile garantire una copertura totale di tutte le aree.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Parcheggio" abusivo: monopattino abbandonato sul percorso dei non vedenti

MonzaToday è in caricamento