36 anni in due per riduzione in schiavitù: la sentenza

Arrivano le sentenze per il processo dell'operazione Fata, condotta nel 2010 e che portò all'arresto di 40 persone. La rete di sfruttamento aveva Milano e Sesto come terminali, ma le ragazze venivano comprate in Romania

MONZA - Riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione. Hanno preso venti e sedici anni Marian Stoica e  Maria Magdalena Enache. La sentenza è stata emessa il 19 settembre dalla prima sezione della Corte d'Assise del tribunale di Milano. I due, di cittadinanza romena, furono arrestati il 18 giugno 2012 nel corso dell'operazione "Fata" assieme ad altre 40 persone, tutte di nazionalità prevalentemente rumena. I fermi furono eseguiti dai Carabinieri della Compagnia di Monza a conclusione di una vasta indagine che ha visto la collaborazione dell'interpol in Romania e il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Milano.

L'INDAGINE - L'operazione "Fata" permise di accertare l'esistenza di una rete di sfruttamento della prostituzione con base a Milano e Sesto San Giovanni. Gli arrestati "compravano" ragazze, anche minorenni, dalle famiglie di origine in Romania: queste cedevano le figlie in cambio di denaro. Attirate con promesse di lavoro, finivano in strada ad aspettare clienti: oltre che a Monza, esercitavano anche nelle province di Pavia, Genova, Alessandria, Como, Bologna, Rimini, Siracusa e Messina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento