Cadavere ritrovato tra i capannoni in rovina dell'ex Snia a Varedo

Rinvenuto senza vita nel pomeriggio di mercoledì un uomo di cinquant'anni di origine marocchina

Ancora un cadavere tra le macerie dell’ex Snia. Giovedì pomeriggio, verso le 17.30, il corpo di un uomo di 50 anni, di origine marocchina, è stato trovato adagiato in uno dei tanti giacigli di fortuna ricavati tra i giacigli abbandonati.

I carabinieri di Desio e i medici del 118 hanno confermato che il decesso è avvenuto per cause naturali. A segnalare la presenza del cadavere è stata una telefonata anonima al numero di emergenza. Sul corpo del cinquantenne non sono stati rinvenuti segni di violenza e la causa del decesso è presumibilmente imputabile a cause naturali.

E’ la seconda volta nel giro di sei mesi che una simile tragedia accade all’ex Snia. Nel febbraio scorso un altro 53enne era stato trovato morto nella stessa area dismessa di via Umberto I. Anche in quel caso si trattava di un cittadino straniero. Il senzatetto era stato colpito da infarto, ma i sanitari non erano riusciti a salvarlo. Il clochard era molto di fame e di stenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento