Nasce prematuro e in arresto cardiaco: rianimato con un dito

Lo spettacolare intervento salvavita dei volontari a Pozzo d'Adda sabato mattina: il piccolo ora sta bene, si trova ricoverato a Lecco e avrà bisogno di cure per diverse settimane

L'elisoccorso in volo con il piccolo verso l'ospedale di Lecco

Sabato mattina l'Azienda Regionale Emergenze Urgenze è stata protagonista di una rianimazione delicatissima che ha salvato la vita a a un neonato prematuro di sole 28 settimane.

La chiamata alla centrale operativa è arrivata alle 7.42 del 28 febbraio proveniente da una casa privata di Pozzo d'Adda dove il piccolo è nato in arresto cardiaco.

Immediatamente è stata inviata sul posto l'ambulanza e i soccorritori, guidati telefonicamente dalla centrale, hanno iniziato subito le manovre di rianimazione.

Rianimare un neonato è un'operazione estremamente delicata e il massaggio cardiaco deve essere effettuato solo con un dito.

Il pronto intervento dei volontari ha salvato la vita al piccolino: il neonato, insieme alla sua mamma, quando è ripresa l'attività respiratoria in autonomia, è stato trasportato in elisoccorso all'ospedale di Lecco.

Il piccolo ora è ricoverato in terapia intensiva e, se tutto procederà bene, avrà bisogno di cure per prossime 7-8 settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento