Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Villa Reale / Via Giacomo Medici

Passerella ciclopedonale di via Medici, il Comune recide il contratto

I lavori avrebbero dovuto concludersi nell'aprile del 2013 ma per ultimare il progetto l'azienda ha chiesto più soldi: ora il Comune ha rescisso il contratto

I lavori per la realizzazione della passerella ciclopedonale di via Medici si sono fatti attendere troppo e il Comune ha deciso di recidere il contratto con la società incaricata.

Gli interventi per la la passerella ciclo pedonale di via Medici per l'attraversamento della sede ferroviaria della linea Milano-Chiasso, con un costo di circa 450 mila euro, secondo i patti stabili tra l’azienda e l’amministrazione, avrebbero dovuto concludersi nell’aprile 2013, un anno fa.

La questione con il tempo si è fatta sempre più complicata e alle richieste del Comune di ultimare gli interventi l’azienda ha replicato con l’esigenza di maggiori richieste economiche.

Ora, dopo l’avvio delle procedure di rescissione del contratto, dopo tre richiami formali per l’avvio dei lavori, il Comune ha provveduto a chiudere il rapporto.

L’amministrazione ha comunque dovuto rimborsare all’azienda i costi sostenuti per l'avvio del cantiere che comunque non è mai stato operativo.

"La realizzazione della passerella - commenta l'assessore ai Lavori pubblici Antonio Marrazzo – è un impegno che l'amministrazione si è assunta ma che non siamo disposti a realizzare a ogni costo. Le prescrizioni di Rfi sono obbligatorie per motivi di sicurezza, era naturale e più che prevedibile che ci fossero e devono essere osservate. Da parte nostra c'è stata tutta la disponibilità ad andare incontro alle richieste del soggetto secondo criteri oggettivi. L'amministrazione valuterà ora come procedere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passerella ciclopedonale di via Medici, il Comune recide il contratto

MonzaToday è in caricamento