Pensionato aggredisce a calci e pugni la moglie, arrestato 66enne

La vittima ha confessato che i maltrattamenti andavano avanti da anni

Prima gli insulti con le offese e le urla. Poi le botte con calci e pugni contro la moglie.

Un pensionato di 66 anni domenica sera è stato arrestato dai carabinieri dell'Aliquota Radiomobile di Vimercate dopo aver percosso la moglie convivente di 64 anni.

L'aggressione, l'ennesima di una lunga serie, è avvenuta all'interno della loro abitazione a Ronco Briantino quando l'uomo era ubriaco. La donna, nonostante la violenza subita, è riuscita a chiedere aiuto al 112 e in pochi istanti una pattuglia di militari è arrivata sul posto.

La 64enne è stata trasportata all'ospedale di Vimercate dove i medici hanno stabilito una prognosi di dieci giorni per "contusione cranica e contusione spalla e braccio sinistro". Per l'uomo invece è scattato l'arresto.

Più tardi, in caserma, la signora ha raccontato di pregressi episodi di minacce e maltrattamenti subiti dal marito. Da otto anni, ogni volta che l'uomo alzava il gomito e beveva un po' troppo, la 64enne era costratta a subire percosse e insulti. 

I coniugi, in fase di separazione, convivevano da soli. L'uomo ora si trova in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento