"No alla privatizzazione del Nei". Il Tar dà ragione al Comune

E' arrivata la sentenza che rigetta il ricorso presentato dopo l'annullamento da parte della Giunta Scanagatti del bando fatto nel 2012 dalla Giunta Mariani per affidare per 20 anni a un privato il centro polifunzionale di via Enrico da Monza

MONZA – Il Nei resta pubblico. Non c’è più rischio di privatizzazione per il popolare centro sportivo polifunzionale con piscina del Comune in via Enrico da Monza dopo che, pochi giorni fa, il Tar della Lombardia ha dato ragione all’Amministrazione Scanagatti.

Era una promessa elettorale e, fin dal momento del suo insediamento a giugno 2012, la nuova Giunta di centrosinistra aveva provveduto all’annullamento del bando di gara preparato dalla precedente Giunta di centrodestra che prevedeva l’affidamento della gestione a una società privata per i prossimi 20 anni del Nei.

Al bando pubblico si era però già presentata una società che ha presentato ricorso al Tar contro l’annullamento della gara. Ma, con il dibattimento nel tribunale amministrativo, è emerso che il contratto di affidamento del Nei non è mai stato firmato così da dare la possibilità ai giudici di rigettare il ricorso.

Può quindi procedere la linea promessa dall’Amministrazione di centrosinistra di mantenere la gestione del centro Nei al 100% in mano pubblica, nonostante gli elevati costi necessari alla sistemazione e messa a norma della struttura, che resteranno ancora carico del Comune nonostante le difficoltà di bilancio degli ultimi anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento