Cronaca

Puzze a Monza: oltre 150 segnalazioni in Comune, i tecnici al lavoro

Il problema dei misteriosi miasmi continua. Tanti i cittadini che hanno segnalato il problema all'email indicata dal Comune

I miasmi non smettono, e i cittadini segnalano. Sono oltre 150 le email inviate al Comune di Monza (all’indirizzo di posta elettronica ambiente@comune.monza.it) per denunciare i miasmi che si sentono in giro per la città.

Un problema che da alcune settimane sta disturbando il risveglio e la giornata di molti monzesi. La prima denuncia sui social: puzze sia in centro sia in periferia; la mattina e la sera (ma qualcuno segnala miasmi anche durante il giorno); puzze di plastica bruciata, di concime, di solventi, di prodotti chimici; puzze che sembrano provenire dai tombini, dal Lambro, ma anche in zone lontane dal fiume.

Il Comune si è immediatamente mobilitato con i tecnici di Arpa e con la polizia locale, e ha invitato i cittadini a segnalare tramite email. Dall’Ufficio Ambiente immediata la risposta: oltre a ringraziare per la segnalazione ricevuta, invitano il cittadino a compilare una sorta di diario olfattivo (viene allegato una scheda di Arpa in pdf), e a rinviarla così da agevolare il lavoro dei tecnici.

Ma, ad oggi, il mistero delle puzze sospette non è ancora stato risolto anche se, rispetto a settimana scorsa, in alcuni quartieri i miasmi sembrano essere diminuiti. Mentre persistono numerose le segnalazioni da Cederna e dal quartiere Libertà.

“Già da alcuni giorni è stato attivato il processo con i tecnici di Arpa - riferiscono dal Comune di Monza -. Stanno raccogliendo le segnalazioni e stanno facendo un lavoro capillare. Inoltre sono stati coinvolti anche i tecnici di Brianzacque. Vengono escluse le ipotesi di miasmi provenienti da concimi o da aziende”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puzze a Monza: oltre 150 segnalazioni in Comune, i tecnici al lavoro

MonzaToday è in caricamento