Cronaca

Si finge un carabiniere e rapina una coppia: incastrato da una fotografia

Una delle vittime aveva inseguito il rapinatore, riuscendo a recuperare la refurtiva

Aveva rapinato una coppietta spacciandosi per carabiniere, ma aveva lasciato loro il telefonino con cui hanno fotografato l'auto con cui è scappato. I carabinieri della Compagnia di Monza hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Milano nei confronti di un ventunenne meneghino, incensurato, ritenuto responsabile di tentata rapina.

Nella serata del ventiquattro luglio 2016, una coppia di fidanzati, rispettivamente di dicotto e ventiquattro anni, mentre si trovava nei pressi della stazione ferroviaria Milano-Lambrate era stata avvicinata da uno sconosciuto in abiti civili che, qualificandosi come carabiniere e con una pistola in mano, gli aveva intimato di fermarsi, rubando la borsa alla ragazza e un borsone al fidanzato, prima di darsi alla fuga. Quest’ultimo aveva inseguito il rapinatore, riuscendo a bloccarlo e a recuperare la refurtiva, nonché a scattargli una foto con lo smartphone e a leggere parzialmente la targa dell’utilitaria utilizzata per scappare.

Poco dopo, le vittime avevano denunciato quanto accaduto presso la Stazione Carabinieri di Monza, città di residenza della giovane. Gli uomini dell’Arma, raccolti tutti gli elementi utili dai due ragazzi, si erano immediatamente messi sulle tracce del rapinatore, stringendo via via il cerchio attorno al ventunenne, anche con l’ausilio di attività tecniche. Lo hanno rintracciato a Milano presso la propria abitazione, dove dovrà rimanere ai domiciliari in attesa del giudizio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si finge un carabiniere e rapina una coppia: incastrato da una fotografia

MonzaToday è in caricamento