menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sull'episodio indaga la polizia

Sull'episodio indaga la polizia

Assalto al furgone di farmaci: colpo grosso senza armi

A ricostruire la vicenda sono impegnati gli uomini del commissariato di viale Romagna: secondo la ricostruzione dell'autista i due assaltatori si sarebbero serviti solo di minacce e niente armi

Un colpo da 100 mila euro messo a segno con l'astuzia e senza armi.

Non ha visto una sola pistola o un coltello infatti l'autista peruviano che lunedì pomeriggio ha fatto scattare l'allarme e ha richiamato sul posto la polizia mentre due uomini, presumibilmente italiani, a bordo di un'auto scura fuggivano con il suo carico di farmaci antitumorali e retrovirali.

Hanno assaltato il mezzo e svaligiato il cassone frigo, rubando solo quelle tipologie di medicinali e tralasciando il resto.

I fatti si sono svolti lungo la strada che collega Concorezzo a Monza quando un mezzo con a bordo due uomini ha affiancato e fermato un furgone di medicinali diretto al San Gerardo.

Uno dei malviventi, con il volto travisato da una sciarpa che ne oscurava i lineamenti, è salito nell'abitacolo e ha dato ordine all'autista di procedere fino a una stradina isolata nei pressi dell'ospedale mentre l'auto scura dietro seguiva.

Qui l'uomo è stato fatto sdraiare sotto il sedile con la faccia a terra così che non potesse vedere i movimenti dei due rapinatori. Stando alle poche parole che l'autista è riuscito a percepire, dall'accento si tratterebbe di italiani anche se dal commissariato, dove gli agenti della polizia di Stato stanno lavorando per risalire ai responsabili, sottolineano che il condizionale è d'obbligo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento