Senzatetto ottantenne dopo quarant'anni dorme in un letto vero

La donna, una monzese del'37, da anni passa la notte su giacigli di fortuna sulle scale del condominio dove un tempo la sua famiglia possedeva un attico. L'intervento della polizia locale di Monza e dei servizi sociali

IMMAGINE DI REPERTORIO

Da quasi quarant'anni non dormiva più in un letto. Quando calava il sole tornava nel condominio che per anni era stata la sua casa e si accampava sulle scale per trovare rifugio dal freddo, preparandosi qualche giaciglio di fortuna. Bastava qualche coperta o uno scatolone che poi, all'alba, spariva insieme a lei.

Mercoledì mattina gli agenti della Polizia Locale di Monza sono riusciti a convincere E.G.B., una donna senzatetto di quasi ottant'anni, a ricevere assistenza sanitaria e accoglienza presso una struttura specializzata della città. L'intervento è stato effettuato in collaborazione con i servizi sociali del capoluogo brianzolo che da tempo seguono il caso della signora e il personale sanitario. Nonostante gli inviti più volte ricevuti di sostegno e aiuto, la donna non ha mai voluto abbandonare il condiminio di via Melette di Gallio, in zona Cavallotti, dove da anni si "accampa" la notte. La situazione, nota ai condomini che più volte hanno cercato di trovare una soluzione con diverse riunioni condominiali, è restata immutata per anni proprio perchè la prima a non voler abbandonare quel luogo è sempre stata la donna che in passato ha riufiutato anche il sostegno delle sorelle con le quali oggi non ha più alcun rapporto. 

Il legame con quel condominio della donna, che non percepisce alcuna pensione perchè non risulta ne abbia mai fatto richiesta e non ha alcuna forma di reddito, affonda le radici nel passato quando anni fa la sua famiglia era proprietaria dell'attico situato all'ultimo piano dello stabile. Nel tempo poi la famiglia ne ha perso la proprietà ma la signora non ha mai abbandonato quella che ha sempre considerato casa "sua". 

Dopo essere riusciti a parlare con lei, gli agenti della polizia locale l'hanno accompagnata al Pronto Soccorso dove l'anziana è stata visitata dai medici che l'hanno trovata in buona salute. La polizia locale, insieme ai servizi sociali cittadini, si è attivata per trovare ospitalità alla donna presso una struttura di accoglienza in via Borgazzi dove mercoledì sera, dopo tanto, tempo le è stato offerto un letto e un pasto caldo. Nella speranza che da oggi abbia voglia di tornare lì ogni sera. senzatetto-5

I giacigli di fortuna preparati dalla donna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento