Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Maxi sequestro da 10 milioni di euro a imprenditore, beni anche a Monza e in Brianza

Gli accertamenti della Guardia di Finanza hanno fatto scattare i sigilli per beni e attività finanziarie per un imprenditore attivo nel commercio di metalli ferrosi

Beni, immobili e attività finanziarie per quasi dieci milioni di euro sotto sequestro. Possedeva case e attività ma le proprietà erano ben lontane dai redditi che l'imprenditore dichiarava al Fisco. Per questo motivo l'uomo, attivo nel commercio di metalli ferrosi e non ferrosi in Lombardia, è stato colpito da un decreto di sequestro preventivo, come previsto dal Codice Antimafia.

Nel mirino delle Fiamme Gialle del comando provinciale di Milano sono finiti diversi immobili situati in provincia di Monza e Brianza, a Grosseto e Trapani. Secondo quanto emerso dagli accertamenti degli uomini della Guardia di Finanza, a partire dai primi anni 2000, l'imprenditore si sarebbe reso responsabile di diverse vicende di fraudolenta evasione fiscale (alcune già oggetto di condanna definitiva) attraverso l’emissione e l’utilizzo di false fatture.

Le indagini hanno ricostruito l’esistenza di un ingente patrimonio immobiliare, sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati e all’attività economica svolta dall'imprenditore, posseduto tramite società riconducibili all'uomo e accumulato nel tempo anche attraversoe il reinvestimento di ingenti proventi illeciti. 
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi sequestro da 10 milioni di euro a imprenditore, beni anche a Monza e in Brianza

MonzaToday è in caricamento