Cronaca Seregno

Rubavano motori da barca: nove arresti in otto province

L'operazione è scattata nella giornata di martedì. Due distinte bande rubavano potenti motori di ultima generazione per rivenderli

SEREGNO - Rubavano motori marini scelti tra gli ultimi modelli nei cantieri o nei porti dei laghi di Piemonte e Lombardia e nell'alto Adriatico. Quattro moldavi e cinque ucraini sono stati arrestati dai carabinieri del nucleo investigativo di Verbania  in collaborazione coi colleghi di Monza e Brianza  e di altre sei province. Tutti clandestini, risiedevano tra le province di Milano e Varese. Recuperati in tutto  14 motori e cinque veicoli usati per commettere i furti. Le accuse a vario titolo sono furto e ricettazione. Due e distinte erano le organizzazioni cirminali a cui appartenevano i clandestini: il capo degli ucraini era V. K.39 anni. Era lui a tenere i contatti con i moldavi, i cui capi erano V. C.27 anni, e N. M. ventiseienne. L'indagine sono state il prosieguo dell'attività della scorsa estate, quando quattro ucraini erano finiti in carcere per il furto di motori marini a Belgirate (Verbania).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubavano motori da barca: nove arresti in otto province

MonzaToday è in caricamento