Cronaca Libertà / Via Fabio Filzi

Occupa abusivamente una casa, la polizia locale sgombera un appartamento in via Filzi

L'intervento mercoledì mattina: due uomini sono stati denunciati

Due persone sono state denunciate dalla polizia locale a Monza per occupazione abusiva per essersi appropriati di un appartamento comunale in uno stabile di via Filzi e aver ignorato l'ordinanza di sgombero emessa nei confronti di un uomo di 50 anni nato in Svizzera.

Quando mercoledì mattina gli agenti della polizia locale si sono presentati alla porta dell'abitazione non hanno ricevuto nessuna risposta e hanno così richiesto l'intervento di un fabbro per dare esecuzione allo sfratto. Poco prima che l'operaio iniziasse a lavorare un uomo di 43 anni, in pigiama e in ciabatte, ha aperto agli agenti. 

Il 43enne ha raccontato di non aver sentito i rumori e il campanello e di non essersi accorto di nulla. La sua presenza nell'abitazione invece l'ha motivata dicendo di essere un muratore, chiamato dal "proprietario" per effettuare alcuni interventi di manutenzione in casa. Ma a rendere poco credibile le dichiarazioni è bastato il suo abbigliamento, che non somigliava certo a una tuta da lavoro.

L'uomo è stato invitato a sgomberare l'alloggio e ha raccolto tre sacchi con effetti personali e vestiti. Nei suoi confronti, così come per il cinquantenne destinatario dell'ordinanza, è scattata una denuncia per occupazione abusiva. L'abitazione, che sarebbe dovuta essere di proprietà comunale e libera da persone e cose, nonostante fosse priva di elettricità e gas, era stata completamente arredata e dal luglio 2015 era stata notificata l'ordinanza di sgombero.

Nei locali si è provveduto a sostituire la serratura della porta e l'abitazione è tornata così nella disponibilità del comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupa abusivamente una casa, la polizia locale sgombera un appartamento in via Filzi

MonzaToday è in caricamento