Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Troppo smog, dalla Regione l'invito a "vietare" i fuochi a Capodanno

La lettera dell'assessore regionale all'Ambiente Claudia Maria Terzi è stata inviata a sindaci, polizie locali e prefetture

La regione "entra" nella lotta all'inquinamento atmosferico chiedendo a tutti i comuni e alle prefetture di ridurre i fuochi artificiali di fine anno, tradizionali nella serata di San Silvestro. E' il contenuto di una lettera che Claudia Maria Terzi, assessore regionale all'ambiente, ha inviato a sindaci, prefetture, Asl, Arpa, polizie locali e corpo forestale dello stato.

La preoccupazione per il costante superamento della soglia di polveri sottili è alta. Il comune di Milano riflette per esempio se decretare il blocco totale del traffico per qualche giorno. «I fuochi artificiali rappresentano una fonte molto importante di inquinanti», scrive Terzi: «Fuochi e giochi pirotecnici determinano il raggiungimento di valori di picco elevati e un notevole peggioramento dei valori di qualità dell'aria nelle ore e nelle giornate immediatamente successive ai fuochi, con particolare riferimento alle polveri sottili (pm10)».

Tra gli agenti inquinanti potassio, stronzio, bario, magnesio, alluminio, zolfo, titanio, manganese, rame, cromo e piombo. Un ulteriore motivo per dire 'no' ai fuochi, spiega sempre Terzi, è «il benessere delle persone e degli animali domestici». Di qui l'invito a ridurre o vietare gli spettacoli pirotecnici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo smog, dalla Regione l'invito a "vietare" i fuochi a Capodanno

MonzaToday è in caricamento