Telecamere sulla Valassina, Anas: «Non sono autovelox, monitorano il traffico»

Anas ha puntualizzato la situazione dopo l'allarme che si era diffuso tra gli automobilisti

La Valassina (immagine repertorio)

«Non sono autovelox fissi, ma semplici telecamere di monitoraggio del traffico». È la stessa Anas a smentire le voci circolate sui social network nelle scorse ore riguardo le nuove telecamere installate sulla Strata Statale 36.

Gli occhi elettronici, nello specifico, sono stati installati in due posizioni diverse. Il primo tra Arosio/Briosco, dove il limite massimo è di 70Km/h. Il secondo subito dopo il ponte di Suello, prima del curvone di Civate, dove il limite massimo è di 90Km/h. Entrambe le postazioni sono state installate per motivi legati alla pianificazione del traffico. 

Per legge, infatti, la presenza di autovelox, deve essere segnalata con un'apposita segnaletica alcuni metri prima dell'apparecchio. Tuttavia già dalla scorsa estate è stato annunciato un potenziamento dei rilevamenti autovelox con apparecchi mobili sul tratto di strada che corre tra Monza e Colico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Zona rossa, ecco l'elenco delle attività e dei negozi aperti e quelli chiusi in Lombardia

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

Torna su
MonzaToday è in caricamento