Paese in lutto: il nonno civico perde la sua battaglia al covid

A Villasanta i bambini piangono la morte di Giuseppe Tornitore, 64 anni, nonno civico che li attendeva all'ingresso e all'uscita della scuola. Colonna portante del volontariato villasantese, dopo una vita come ferroviere, in pensione aveva deciso di dedicarsi agli altri

Il Covid “ruba” il nonno civico ai bambini di Villasanta. Un paese in lutto per la morte di Giuseppe Tornitore, 64 anni, ferroviere in pensione e colonna portante del volontariato del paese. Giuseppe, socio di Villasanta Attiva, era famoso soprattutto per il suo impegno come “nonno civico” che si occupava dell’ingresso e dell’uscita in sicurezza dei bambini dalle scuole. Ieri, dopo alcune settimane di ricovero all’ospedale San Gerardo, si è arreso al covid.

Quando la notizia è giunta in paese è stata grande la commozione, non solo tra gli amici e i conoscenti, ma soprattutto tra i bambini e i genitori che ogni giorno lo incontravano davanti alla scuola. Giuseppe, sempre sorridente e disponibile con tutti, era soprannominato “Nonno 5” per la sua abitudine di salutare i bambini con il classico gesto del battere il cinque con le mani. Tantissime le dimostrazioni di affetto sui social ringraziandolo per quello che ha fatto e ricordandone la generosità e simpatia, soprattutto quando in occasione delle feste di Natale si trasformava in Santa Claus.

Giuseppe era un volontario instancabile di Villasanta Attiva: oltre a prestare servizio davanti alle scuole, lo si incontrava con la sua pettorina gialla al mercato settimanale del venerdì, al centro diurno anziani dove rallegrava gli utenti cantando, ma anche (prima dell’emergenza sanitaria) nelle attività di ritiro e consegna farmaci, ricette e spesa per le persone in difficoltà.

“Giuseppe è andato a riposare dove tutti un giorno vorremmo andare: in Paradiso – commenta Sandro Belli, presidente di Villasanta Attiva e grande amico di Giuseppe –I tuoi consigli, la tua disponibilità, il tuo affetto e il tuo amore ci mancheranno tantissimo: ore sei l’angelo custode di tutti noi”. Anche il sindaco Luca Ornago ne ha ricordato la generosità e l’impegno civile.

I funerali saranno celebrati domani, venerdì, alle 15.30 nella chiesa di Sant’Anastasia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento