Sgominata banda di pusher: fermati anche "Ronaldinho" e "Samuel"

Le metafore calcistiche si sprecano nell'operazione messa a segno dai carabinieri di Vimercate, che hanno arrestato 21 persone in poco più di un anno. Ieri gli ultimi quattro arresti: erano i vertici dell'organizzazione

VIMERCATE  - Il capo assomigliava a Ronaldinho, noto fuoriclasse brasiliano; il fidato collaboratore al centrale difensivo argentino Walter Samuel. Si sprecano i riferimenti calcistici nell'operazione "Ronnie", che ha condotto in carcere quattro persone tra Monza e Cremona. Il nome dell'indagine  viene proprio dalla somiglianza tra  l'asso del football e il  numero 1 dell'organizzazione, arrestato assieme ad altri 3 complici nella giornata di ieri. Non solo: la droga, in gergo, veniva chiamata "pallone": un particolare che non ha ingannato gli investigatori. ronnie spacciatore-2

COME UNA SQUADRA - Composta in tutto da ventuno persone, come la rosa di una squadra di calcio, la banda era capeggiata dal quartetto ora in cella. Una divisione dei ruoli ferrea, che lasciava ai vertici la gestione, mentre spediva in strada a vendere ragazzini attorno ai 20 anni.

LE INDAGINI - Le indagini sono cominciate nel gennaio 2011, dopo l'arresto di un piccolo spacciatore a Colnago: gli uomini dell'Arma guidati dal capitano Marco D'Aleo hanno dipanato la matassa grazie ad intercettazioni ed arresti mirati.

Nella disponibilità dell'organizzazione, che si riforniva sul mercato slavo, c'era di tutto: il totale dei sequestri riporta 6 kg di hashish, 2 di cocaina e 3 di eroina, per un giro d'affari superiore al milione di euro. La  banda agiva nel Vimercatese (in città, quindi a Colnago, Trezzo, Bellusco, Agrate) ma anche nelle provincie di Bergamo, Lecco e in quella di Cremona.

IL BLITZ IN EDICOLA - In poco più di due anni di attività investigativa  sono state identificate e segnalate alla Prefettura come assuntrici di stupefacenti circa  250 persone, il 90% dei quali tra i 16 e i 22 anni. Ma le curiosità non sono finite: uno dei complici è stato fermato dai militari a Lentate sul Seveso: il blitz dei carabinieri lo ha sorpreso alle sei di mattina proprio nel chiosco dove lavorava. Giusto in tempo per finire sui giornali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento