Lunedì, 18 Ottobre 2021
Economia

Nuove assunzioni, a fine anno in alcuni settori gli stranieri superano la quota di italiani

Lo rivela uno studio della Camera di Commercio di Monza e Brianza. Fino al 10,4% delle nuove assunzioni previste in Italia entro la fine del 2015 riguarderà personale immigrato, per una cifra che sfiora i 52mila posti di lavoro

Sono pasticceri, cuochi, facchini, manovali ma anche conciatori di pelle, pittori e decoratori.

Secondo le elaborazioni dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Unioncamere-Ministero del Lavoro, Sistema Informativo Excelsior 2015, le cifre del mercato del lavoro straniero in Italia crescono e in alcuni settori le assunzioni di lavoratori immigrati supereranno il numero di ingressi italiani.

Tra i settori dove si assumono più stranieri c’è l’assistenza socio-sanitaria e i servizi turistici, dove la percentuale degli assunti stranieri è rispettivamente il 19,2% e il 16,2% sul totale dei nuovi posti di lavoro previsti. Tra i lavori “ai tempi di Expo” nei servizi di ristorazione, il personale non qualificato immigrato assunto entro dicembre supererà la quota italiana, attestandosi al 51,2%, con 1.240 immigrati assunti su un totale di 2.420 addetti.

Tra i lavori per cui la quota dei neoassunti stranieri è superiore alla media ci sono i conciatori di pelle e pellicce (29,6% delle nuove assunzioni), pittori e decoratori (25%), pasticcieri e gelatai (21%), falegnami e operai del legno (13,6%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove assunzioni, a fine anno in alcuni settori gli stranieri superano la quota di italiani

MonzaToday è in caricamento