Economia Agrate Brianza / Via Camillo Olivetti

Micron, "ST completi le assunzioni concordate"

Dopo il vertice con le rappresentanze sindacali del 16 luglio è emerso che 47 lavoratori Micron restano ancora senza soluzione e le rappresentanze sindacali chiedono a STMicroelectronics di completare l'assorbimento delle 170 unità concordate

Dopo l'assemblea con le rappresentanze sindacali tenutasi mercoledì 16 luglio la Direzione del Personale di Micron ha dichiarato che ad oggi restano senza soluzione 47 persone (di cui due tuttavia potrebbero accedere alla pensione) dei quali 23 classificati come “figure tecniche” e 22 come “figure di staff”.

Da quanto emerge dal comunicato reso noto dalle rappresentanze sindacali "la Micron ha informato Fim, Fiom e Uilm che sarebbero possibili altre ricollocazioni all’estero attraverso il job posting interno, e altre cinque nel distretto di Vimercate presso altre aziende".

Durante la riunione è stato rinnovato l'invito rivolto alla STMicroelectronics ri completare l'assunzione del numero di lavoratori concordato ad aprile con il governo, arrivando all'assorbimento di 170 unità.

La replica dell'azienda però è stata secca: la ST ha sottolineato che il patto stipulato con le parti sociali e il governo in sede di discussione dell'accordo riguardava l'avanzamento di 170 offerte di lavoro che interessano figure tecniche. Nonostante questa sostanziale intransigenza per la settimana prossima sono stati fissati altri colloqui che aprono possibilità per altre quattro unità.

Ma a dare battaglia se l'obiettivo "esuberi zero" non sarà raggiunto sono le organizzazioni sindacali Fim, Fiom e Uilm.

"Da questo punto di vista, si insisterà affinchè oltre al Governo, anche le Regioni con il finanziamento dei progetti finanziati a livello europeo possano individuare soluzioni per la ricollocazione dei lavoratori in CIGS" si spiega nel comunicato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Micron, "ST completi le assunzioni concordate"

MonzaToday è in caricamento