Nuova immissione di capitale nelle casse del Monza. Si aspetta una nuova mossa di Colonna

500.000 euro immessi dagli azionisti nella cassa societaria nella speranza di mantenere il club in vita.

Monza – In un momento di crisi economica che molti non esitano più nel definire drammatico, sono sempre più presenti nel mondo del calcio società che trovano difficoltà nel gestire l’intera struttura per l’intera stagione così come è ostico trovare un imprenditore disposto ad acquisire l’intero pacchetto azionario e ripianare i debiti.

Da un po’ di tempo a questa parte una situazione del genere la sta vivendo il Monza, società che milita nel campionato di Seconda Divisione Lega Pro. Forse sono troppe le spese e pochi i ricavi ma fatto sta che la società brianzola allo stato attuale si ritrova con un passivo di 1,3 milioni di euro.

Stipendi non pagati, mancanza di un progetto e paura per un futuro incerto hanno gettato sconforto su un’intera tifoseria che si aspetta quanto prima il cambio di proprietario con l’augurio che l’arrivo di un nuovo presidente possa consentire al Monza di rifiorire.

Si susseguono le continue trattative soprattutto con l’imprenditore Filippo Colonna e visto che tra domanda e offerta c’è una differenza quasi di 300.000 euro, gli azionisti del Monza hanno deciso di immettere nuovi fondi nelle casse della società pari a 500.000 euro. Tale somma dovrebbe consentire alla società di rimanere in vita e di rispettare i propri doveri ancora per qualche mese, augurandosi che a stretto giro possa essere chiusa.

Tramite un comunicato stampa, l’ A.C. Monza ha fatto sapere che Paolo Bonacina, consulente finanziario di Colonna, ha cercato di rinegoziare e ha scritto suggerendo a Colonna di acquistare il club per 900.000 €, ma con gli azionisti che devono coprire tutto il debito sia con i fornitori che per quanto riguarda le garanzie bancarie, tutte le spese relative ai licenziamenti (stesso elenco come sopra) e che gli azionisti dovrebbero finanziare tutto questo con Colonna che entra in possesso del club il 21 dicembre, ma nessun pagamento viene fatto sino a maggio 2013.

Sempre dal comunicato stampa, la società brianzola ha tenuto a precisa che già a novembre Colonna aveva effettuato un’offerta di 500.000 € con le stesse condizioni di quella nuova ma tale proposta non è stata potuta esser accettata dagli azionisti in quanto non sarebbero in grado di poter coprire il passivo attualmente presente.

Si auspica perciò che quanto prima arrivi un’offerta consona all’A.C. Monza e che soprattutto consenta agli azionisti di ripianare quel passivo di un milione e trecento mila euro presente nel bilancio. La società, così come i tifosi, si augurano che sia proprio l’imprenditore Colonna a poter chiudere la pratica con un’offerta che possa consentire a tutti di chiudere qualsiasi situazioni derivanti dalle pendenze registrate nel bilancio della società brianzola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento