Attualità

Lo psicologo e il pedagogista nelle scuole lombarde

Il servizio è stato istituito dalla Regione: "Colmata una lacuna nazionale"

Il consiglio regionale della Lombardia ha dato il via libera, primo in Italia, al progetto di legge per creare un servizio psicopedagogico nelle scuole. "Si tratta di una lacuna del sistema scolastico italiano che ora noi colmiamo", commenta Gigliola Spelzini, consigliera leghista e prima firmataria del disegno di legge. 

Il servizio psicopedagogico è rivolto agli studenti e ai loro familiari, al personale docente e non docente delle scuole primarie, delle scuole secondarie di primo e secondo grado, degli istituti di formazione professionale. L'obiettivo è quello di supportare tutti i soggetti impegnati a vario titolo nel sistema scolastico regionale e di prevenire e di intervenire in situazioni di insuccesso formativo, dispersione scolastica e disagio relazionale.

"Un servizio strutturato di psicopedagogia nelle scuole - prosegue Spelzini - risulta ancora più necessario alla luce degli effetti scaturiti dall'emergenza pandemica. La didattica a distanza, il distanziamento e le misure di lockdown hanno generato numerosi problemi sotto il profilo emozionale e relazionale nel mondo della scuola". 

A sostegno della legge, è stato previsto uno stanziamento complessivo di 2,4 milioni di euro, ripartiti sul triennio 2021/2023 in maniera incrementale. Nelle scuole entreranno dunque uno psicologo e un pedagogista, in grado di aiutare gli insegnanti ed i dirigenti scolastici a promuovere una didattica innovativa volta al benessere e all'inclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo psicologo e il pedagogista nelle scuole lombarde

MonzaToday è in caricamento