Cronaca

Tiene per giorni i rubinetti aperti e allaga a casa poi apre ai carabinieri: "Sono un agente 007"

In casa 20mila euro e un sasso di cocaina da 200 grammi. Per condurlo in caserma i militari hanno dovuto reggergli il "gioco" e farlo uscire con una scusa. Ingenti i danni al condominio

Immagine di repertorio

L'acqua che continuava a uscire, senza fermarsi e che ora dopo ora - per quasi due giorni - aveva allagato l'intero appartamento, arrivando a causare ingenti danni anche al condominio. E dentro quell'abitazione un uomo di 41 anni, con precedenti per droga, che quando ha aperto la porta ai carabinieri si è presentato come uno 007, un agente segreto in missione per conto del Ministero dell'Interno. E non è parso in condizioni di lucidità, forse sotto effetto di sostanze psicotrope o droga.

Il controllo nell'appartamento allagato

A portare i carabinieri in quel condominio di via Vittorio Veneto a Lentate sul Seveso nei giorni scorsi era stata una segnalazione per disturbo della quiete pubblica. E una volta dentro l'appartamento i militari hanno trovato i rubinetti aperti e gli scarichi in parte otturati con l'acqua che aveva allagato quasi tutto l'immobile. Nonostante le difficoltà è scattata una perquisizione tra le stanze che ha portato i carabinieri a trovare 20mila euro in contanti e un sasso di cocaina ancora intero da 200 grammi insieme a un bilancino di precisione e a vario materiale per il confezionamento.

Dopo essersi presentato in veste di 007 il 41enne però ha perso il controllo andando in escandescenze. E per farlo tranquillizzare ai carabinieri non è rimasto altro che "stare al gioco", calandosi nella parte e spiegando al 41enne - fantomatico agente segreto - uno scenario compatibile con il suo racconto, convincendolo a seguirli in caserma. E qui per l'uomo - con alle spalle diversi precedenti per spaccio - sono scattate le manette. Dovrà rispondere dell'accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.  

Danni anche alla palazzina

Insieme ai carabinieri con le pattuglie dei comandi stazione di Seveso, Meda e Lentate, sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Seregno per un sopralluogo finalizzato a valutare i danni causati dall’allagamento sulla palazzina. Lo stabile non è stato evacuato ma è rimasto fortemente danneggiato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiene per giorni i rubinetti aperti e allaga a casa poi apre ai carabinieri: "Sono un agente 007"

MonzaToday è in caricamento