Cronaca

Alloggi comunali all'interno dell'ospedale Vecchio di Monza

La proposta arriva da Michele Quitadamo responsabile dell'Associazione inquilini e abitanti di Monza e Brianza

Ospedale Vecchio di Monza

Riconvertire parte dell’ospedale Vecchio di Monza in alloggi comunali. La proposta arriva da Michele Quitadamo, referente As.ia.Usb Monza e Brianza. Il responsabile locale dell’Associazione inquilini e abitanti conosce perfettamente il problema dell’emergenza abitativa, e da anni propone alle Giunte che si susseguono (senza distinzione di colore politico) le possibili soluzioni al problema.

Alla vigilia degli sblocchi degli sfratti fissata per la fine di giugno, e con il rischio di un’impennata di richieste di alloggi anche a Monza e Brianza, Quitadamo rispolvera una vecchia idea.

“L’ospedale Vecchio ormai da tempo è inutilizzato – spiega Michele Quitadamo a MonzaToday -. Sul suo futuro si è parlato tanto e si sono ipotizzate anche destinazioni residenziali. Invece di pensare a case di lusso a pochi passi dal centro, si potrebbe pensare ad abitazioni con ampiezze diverse da destinare alle persone che stanno vivendo un momento di difficoltà".

L’emergenza abitativa è uno dei temi più caldi e attuali. Lo sblocco degli sfratti, unito a un’emergenza sociale che vede un numero sempre maggiore di persone in cassa integrazione e con il serio rischio di perdere il posto di lavoro, porta a pensare che molti anche a Monza e in Brianza rimarranno senza un tetto sopra la testa. Affitti e mutui non pagati sono l’anticamera degli sfratti.

Quitadamo a questo proposito lancia l’idea di realizzare abitazioni in alcune aree del vecchio nosocomio tanto caro ai monzesi, e dove oggi ci sono solo alcuni ambulatori del San Gerardo e le sedi  di alcune associazioni di volontariato. “Naturalmente non è un progetto che si può realizzare dall’oggi al domani – prosegue -. Si potrebbero recuperare un centinaio di alloggi anche a canone concordato”.

La proposta di Quitadamo ha un duplice obiettivo: da una parte recuperare un centinaio di alloggi da destinare alle persone che si trovano in mezzo alla strada, ma al tempo stesso riqualificare l’area del Vecchio ospedale.

“A Monza c’è fame di case accessibili alle fasce più basse – conclude -. Il nostro sindacato, in occasione dell’ultimo bando per gli accessi agli alloggi comunali, da solo ha raccolto oltre 150 richieste per accedere agli alloggi comunali che non raggiungevano neanche quota 100”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alloggi comunali all'interno dell'ospedale Vecchio di Monza

MonzaToday è in caricamento