Cronaca

Presa la banda dello yogurt, aveva colpito anche in Brianza: ecco come agivano i malviventi

In manette due uomini e una donna. Partivano da Pioltello per fare colpi in tutto il Nord Italia

La base operativa, il punto di partenza, era sempre lo stesso: un parcheggio nel Milanese nel quale si riunivano prima di partire per il "lavoro". E così, nonostante nessuno di loro avesse un domicilio fisso, è proprio lì che i poliziotti li hanno trovati e fermati. 

Tre persone - due uomini di 58 e 44 anni e una donna di 59, tutti colombiani - sono stati arrestati nei giorni scorsi dagli agenti della Squadra Mobile di Cremona perché ritenuti responsabili di almeno tre furti, avvenuti a Lissone, Brescia e Vercelli. 

I tre - hanno accertato gli investigatori - mettevano nel mirino sempre e soltanto anziani appena usciti da uffici postali o banche. La donna del gruppo, una volta avvicinata la vittima, la sporcava con lo yogurt o con lo zucchero e a quel punto intervenivano gli altri due per pulirla e, contemporaneamente, derubarla. A trovare la banda è stata la polizia di Cremona, che aveva iniziato a indagare a marzo scorso, quando gli agenti avevano fermato i tre a bordo di una Ford Focus station wagon nella quale erano stati trovati proprio zucchero e yogurt. 

I poliziotti non sono mai riusciti a identificare il reale domicilio dei tre, ma hanno scoperto che il loro percorso iniziava sempre dallo stesso punto: un parcheggio pubblico di Pioltello. E proprio lì per i tre sono scattate le manette. Non è esclusi, anzi, che la "banda dello yogurt" abbia colpito altre volte. 

Foto - Gli indumenti e lo yogurt sequestrato alla banda

yogurt

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presa la banda dello yogurt, aveva colpito anche in Brianza: ecco come agivano i malviventi

MonzaToday è in caricamento