Nasconde undici chili di droga sotto il letto della figlia: arrestati il padre e la ragazza

L'indagine è partita grazie all'intuizione del comandante della stazione dei carabinieri di Senago, della compagnia di Desio. L'arresto a Milano

La droga sequestrata

Undici chili di marijuana nascosti in casa, sotto il letto della figlia, e una pistola in un cassetto. Questa la scoperta che hanno fatto i carabinieri nell'appartamento di un pregiudicato di 47 anni a Milano dove nei giorni scorsi è avvenuto il blitz dei militari.

Quando i carabinieri si sono presentati nell'abitazione, situata in uno stabile di via Salomone, sono rimasti colpiti da un particolare: durante la perquisizione la figlia, 24 anni, aveva insistito per restare sdraiata sul letto. La sua resistenza non è passata inosservata e anche lei, così come il padre, è finita in manette per detenzioni di droga ai fini di spaccio.

L'uomo, un pregiudicato catanese di 47 anni, e la ragazza, una 24enne che fa la barista in Australia ma da un po' di tempo era tornata in casa per trovare la famiglia, sono stati incastrati dagli uomini della stazione di Senago, in collaborazione con i militari della stazione di Porta Romana. Tutto è iniziato grazie all'intuizione frutto di un'informazione recuperata dal comandante di Senago, che dipende dalla compagnia dei carabinieri di Desio, con anni e anni di esperienza nell'antidroga milanese.

Gli investigatori sono così venuti a sapere che nelle 'case bianche', a Milano, c'era un uomo che poteva essere in possesso di un quantitativo non indifferente di droga. Dopo giorni di appostamenti, i carabinieri hanno programmato il blitz per entrare nell'appartamento. In casa però nessuno ha risposto o ha aperto la porta così è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco, di fronte ai quali, messi alle strette, gli inquilini hanno ceduto e fatto entrare i militari.

Oltre a due grossi cani pitbull, in casa i carabinieri hanno trovato padre e figlia. Il 47enne ha consegnato 50 grammi di hashish e ha ammesso la sua colpa nel tentativo di depistare i carabinieri. I militari però fin da subito hanno sospettato che ci fosse di più.

In un armadio in soggiorno sono stati trovati 400 grammi di hashish mentre sotto il letto della cameretta della ragazza sono state rinvenute tre buste con 11 chili di marijuana. Durante la perquisizione è stata trovata anche una pistola Beretta 98Fs: era nascosta in un cuscino all'interno di un cassetto, aveva la matricola ben visibile e alcune pallottole con ogive in rame. Per i due, a quel punto, è scattato l'arresto. Intanto le indagini proseguono per capire la provenienza della droga e il motivo per cui l'uomo fosse in possesso dell'arma. Il proprietario della pistola, a cui sono riusciti a risalire i carabinieri, ha ammesso di non essersi accorto della scomparsa dell'arma. Un ulteriore aspetto su cui stanno indagando gli inquirenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento