Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Varedo

Doveva andare in tribunale ma l'udienza viene annullata e lui approfitta della "gita" per rubare un'auto

Da Finale Emilia dove avrebbe dovuto scontare come pena la "sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno" era atteso a Milano per una udienza: in seguito ai gravi fatti di Palazzo di Giustizia il processo è stato annullato e lui ha preso un treno, è sceso a Paderno, e ha rubato un'auto

Avrebbe dovuto trovarsi in Tribunale alle 11.30 a Milano giovedì mattina per presenziare a un'udienza che lo vedeva coinvolto per stabilire la misura della pena che avrebbe dovuto scontare fino ad aprile 2016 ma la sparatoria e l'evacuazione dell'edificio disposta dalle forze dell'ordine hanno fatto saltare il processo. 

Così C. M. pregiudicato di 44 anni residente a Finale Emilia ha pensato di godersi comunque la giornata di libertà e il permesso dalla misura di "sorveglianza speciale con obbligo di residenza" a cui era stato sottoposto ed è salito sul primo treno che ha fermato in stazione. Sul convoglio delle Ferrovie Nord "Milano- Varedo" ha viaggiato verso la Brianza ed è poi sceso a Paderno Dugnano. 

Qui si è aggirato per la città nonostante fosse autorizzato a presenziare alla sola udienza in Tribunale e poi fare ritorno a Finale Emilia. Non ha resistito alla tentazione e ha rubato una vettura. 

I carabinieri della compagnia di Desio lo hanno sorpreso all'alba di venerdì quando durante un normale controllo a Varedo hanno fermato la Fiat Uno su cui viaggiava. L'uomo ha accostato e i militari si sono subito accorti che qualcosa non andava e hanno notato che la macchina aveva il blocchetto d'accensione danneggiato perchè forzato. 

Il pregiudicato è finito in manette oltre che per il furto commesso per la violazione degli obblighi. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doveva andare in tribunale ma l'udienza viene annullata e lui approfitta della "gita" per rubare un'auto

MonzaToday è in caricamento