Emergenza accoglienza in Brianza, accordo tra Prefettura e agenti immobiliari

L'intesa è stata sottoscritta lunedì con l'obiettivo di "coinvolgere più fattivamente le Agenzie Immobiliari iscritte alla FIMAA nella ricerca di soluzioni abitative che consentano di ospitare i migranti in attesa della definizione delle procedure per il riconoscimento della protezione internazionale"

Gli ospiti del centro di accoglienza di Agrate Brianza

Prima l'invito era stato rivolto ai singoli cittadini proprietari di appartamenti e alloggi sfitti per fronteggiare l'emergenza immigrazione sul nostro territorio. Ora invece la Prefettura di Monza e Brianza, con un accordo di collaborazione che coinvolge la Provincia, la Camera di Commercio, gli enti gestori del servizio di accoglienza e la FIMAA, si è rivolta direttamente agli agenti immobiliari per trovare soluzioni alla crescente necessità di accoglienza.

La comunicazione arriva direttamente dalla sede di via Prina dove è stato siglato un accordo con l'obiettivo di "implementare il modello di housing sociale adottato in questo territorio, basato sull'accoglienza diffusa". L'intesa firmata lunedì punta così a coinvolgere anche la categoria degli agenti immobiliari per "facilitare l'individuazione di soluzioni abitative disponibili sul libero mercato". 

"L'Accordo mira a coinvolgere più fattivamente le Agenzie Immobiliari iscritte alla FIMAA Milano, Monza & Brianza nella ricerca di soluzioni abitative che consentano di ospitare i migranti in attesa della definizione delle procedure per il riconoscimento della protezione internazionale, mantenendo il modello di accoglienza sulla distribuzione in piccoli nuclei nel maggior numero possibile di Comuni, in modo da favorirne l'integrazione, prevenire fenomeni di ghettizzazione e realizzare un sistema a basso impatto su singoli territori" spiega la Prefettura.

"È rassicurante sapere che le nostre istituzioni, Prefettura e Provincia, siano sempre così pronte e puntuali a promuovere addirittura «nuove iniziative» per fronteggiare le emergenze emergenti. Peccato si preoccupino solo di quelle legate a stranieri, immigrati e clandestini" ha replicato in polemica il consigliere provinciale del Carroccio Andrea Monti.

"E sarà poi interessante capire la percentuale riservata agli agenti immobiliari, così da aggiungere un altro capitolo (di spesa) al voluminoso business legato all’accoglienza. A questo punto ci manca solo di coinvolgere i palazzinari, poi non mancherebbe più nessuno" ha concluso Monti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

  • Incidente a Monza, scontro tra auto e ambulanza diretta al San Gerardo

Torna su
MonzaToday è in caricamento