Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Biassono

A Biassono un monumento in ricordo del grande Piro

L'inaugurazione nella settimana del Gran Premio per ricordare il grande campione di moto prematuramente scomparso a 56 anni

Nella settimana del Gran Premio di Formula 1 Biassono rende omaggio al suo 're della velocità'. Con l’inaugurazione di quel monumento a lui dedicato atteso da anni.  Un monumento dedicato a quel Fabrizio Pirovano, per tutti Piro, che aveva portato alto il nome di Biassono in Italia e nel mondo.

A chiederlo, subito dopo la sua prematura scomparsa avvenuta nel giugno 2016 a soli 56 anni, un gruppo di amici. Gli amici di sempre di Biassono e Brianza che con lui erano cresciuti e che lo seguivano nelle gare. Con l'entusiasmo di quando erano ragazzi.

Il lancio dell'idea attraverso la pagina facebook 'Sei di Biassono se…'  a poche settimane dalla sua morte. Dalle parole si è poi passati ai fatti con gli incontri con il Comune: una stretta di mano con il sindaco e gli assessori e la promessa che il Piro sarebbe stato degnamente onorato.

Adesso finalmente il taglio del nastro. Il monumento, volutamente sobrio, verrà posizionato in via Porta D’Arnolfo dove abitava Fabrizio vicino alla rotonda dell’Ulivo. La cerimonia, nel pieno rispetto delle prescrizioni covid, avverrà l’11 settembre, alle 17.45.

Adesso si attende il secondo omaggio al re della pista biassonese. L’intitolazione al Piro di una curva dell’Autodromo.

Una carriera straordinaria quella di Fabrizio Pirovano con un titolo di campione italiano di motocross, cinque volte campione italiano di Superbike, campione mondiale ed europeo di Supersport. E poi tanta Superbike, due volte anche vicecampione del Mondo. Rimandendo sempre, come lo ricordano i suoi amici di un tempo, un ragazzo e un uomo semplice, legato al suo paese e al suo Autodromo.

Un campione scomparso troppo presto a causa di un male incurabile che lo ha strappato ai familiari e ai tifosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Biassono un monumento in ricordo del grande Piro

MonzaToday è in caricamento