Entra in funzione il nuovo Blocco Parto all'ospedale di Desio

Con questa ultima fase si completa il più generale progetto della Nuova Palazzina, già operativa dai primi di giugno nella parte del CUP e degli ambulatori

Dal 30 settembre è attivo il nuovo blocco parto nel Presidio Ospedaliero di Desio.

Con questa ultima fase si completa il più generale progetto della Nuova Palazzina, già operativa dai primi di giugno nella parte del CUP e degli ambulatori. Il nuovo blocco parto è collocato al 2° piano su una superficie di circa 2000 mq: qui si trovano due sale operatorie, cinque sale parto, una sala osservazione, una sala monitoraggi e altri spazi accessori.

Nel 2013 l’Ospedale di Desio ha visto 1655 nascite: il nuovo blocco parto sarà in grado di accogliere oltre 2000 parti all’anno, erogando servizi ad alta complessità. Importante l’aggiornamento tecnologico con l’acquisto di letti/poltrone, sistemi di monitoraggio della donna e del nascituro di ultima generazione.

Per ognuna delle nuove cinque sale parto è stata prevista una specifica differenziazione tecnologica, così da offrire alla partoriente tutte le possibilità di scelta: letti travaglio, poltrone travaglio, vasche per parto in acqua; ogni sala parto ha poi una piccola isola neonatale dedicata.

E’ stato previsto che tutti gli apparecchi di monitoraggio fetale e materno siano centralizzati, permettendo all’operatore sanitario di tenere sotto controllo tutte le pazienti dalla propria postazione di controllo. Le due nuove sale operatorie sono dotate di strumentazione di ultima generazione e monitor multiparametrici per l’area di preparazione/risveglio contigua alle sale operatorie.

“Con l’entrata in funzione del Nuovo Blocco Parto si porta a compimento il progetto della Nuova Palazzina – ha dichiarato il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate, Pietro Caltagirone –. Quest’area, dotata delle più moderne tecnologie, vuole garantire non solo un livello di eccellenza nelle prestazioni, ma anche un ambiente confortevole per la donna, che avrà la possibilità di scegliere, accompagnata dal personale, il modo a lei più congeniale per partorire”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento