Undici sospetti bocconi avvelenati trovati a Monza in un giardinetto: la segnalazione

Nell'area è stato affisso un avviso della polizia locale. L'associazione Monza a 4 Zampe invita chiunque trovi dei bocconi sospetti a segnalare il rinvenimento alla polizia locale

Immagine di repertorio

Undici sospetti bocconi avvelenati sono stati rinvenuti nell'are verde dedicata ai cani in via Adigrat, a Triante.

Nei pressi dei giardinetti è comparsa anche la comunicazione della polizia locale che informa i cittadini e i proprietari di animali del rinvenimento potenzialmente pericoloso sia per la salute degli amici a quattro zampe che delle persone che dell'ambiente. Non è la prima volta che nel capoluogo brianzolo scatta l'allarme per la presenza di sospette esche avvelenate o conteneti oggetti appuntiti.

bocconi avvelenati-2

In caso di rinvenimento di polpette avvelenate o sospetti bocconi pericolosi è necessario informare la polizia locale. Per evitare che le segnalazioni restino solo virtuali e circolino attraverso i social network, Barbara Zizza, dell'associazione Monza a 4 Zampe, ha invitato i cittadini e i detentori di animali a seguire la procedura corretta per le segnalazioni.

"Visto la segnalazione e il ritrovamento di 11 sospetti bocconi avvelenati presso l'area cani di via Adigrat (zona Triante) Monza vorrei ripassare con voi la procedura corretta affinché le segnalazioni vengano fatte a chi di dovere e non solamente su Facebook".

"Se si ritrovano esche sospette avvisare subito la polizia locale. Esiste per Monza un numero di emergenza 039 2816259 oppure comporre il 112 . Non toccate o maneggiate in nessun caso i bocconi senza le dovute precauzioni e non buttateli nei cestini. Sarà compito della polizia locale prelevarli e fare segnalazione recapitando al' ATS i campioni per le analisi necessarie ed eventuale denuncia".

"Questi atti criminali mettono a rischio non soltanto gli animali ma anche le persone, in primis i bambini  Bisogna segnalare tempestivamente perché gli avvelenatori sono criminali pericolosi socialmente, come tali vanno quindi trattati e puniti" ha detto Barbara Zizza, Monza a 4 Zampe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Qualche settimana fa una scoperta simile era stata fatta a Lissone dove in un'area verde, per tre giorni di seguito, erano stati rinvenuti bocconi avvelenati prelevati dalla polizia locale e recapitati alla Ats per le analisi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento