menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vendita di auto finisce in rapina: arrestata la "vittima" ma ancora libero il rapinatore

I fatti a Bovisio Masciago

Per una volta il copione si è capovolto. E il rapinatore si trova ancora in libertà, mentre il rapinato è stato arrestato. E’ un po’ surreale l’operazione messa a segno dai carabinieri di Desio nei giorni scorsi a Bovisio Masciago. A finire in carcere, per una volta, è stato un uomo vittima di una rapina. Quando i militari si sono imbattuti nel 30enne, romeno residente in Germania, già noto alle forze dell’ordine, hanno scoperto che su di lui pendeva un’ordinanza di carcerazione emessa dal Tribunale dei Minori di Roma che risaliva al 2011. E così, nonostante avesse subito una rapina, si è ritrovato lui stesso nei guai. Quasi dieci anni fa l’uomo era stato condannato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate a 6 mesi e 15 giorni di carcere.

Una sorte che invece, in modo paradossale, non è toccata al rapinatore. Il 34enne, romeno pure lui, residente a Novi Ligure, è stato sì identificato e denunciato. Il 30enne doveva acquistare una Mercedes dal 34enne. I due si erano dati appuntamento prima a Como per vedere l’auto poi a Bovisio Masciago per il passaggio di proprietà. 

Ma qui, anziché dargli le chiavi dell’auto, il 34enne aveva sferrato un pugno al volto al 30enne e poi era fuggito con i soldi. Alcuni testimoni erano presenti al momento dell’accaduto ed è scattata la denuncia. I carabinieri hanno emesso nei confronti del 34enne un mandato di cattura e il 30enne invece è stato fermato per la vecchia condanna. Non solo: il giovane ha presentato una carta di identità e una patente false ed è stato denunciato anche per questo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento