Incendia l'auto della zia per avere soldi: arrestato 49enne

L'uomo ha dato alle fiamme la Fiat Panda nel pomeriggio di domenica mentre la donna aveva accompagnato la madre del 49enne dai carabinieri per denunciare il figlio

L'auto bruciata (Foto da Sesto Segnalazioni/Facebook)

Ha bruciato l'auto della zia che aveva accompagnato la madre dai carabinieri, a denunciarlo. Proprio mentre le due donne erano in caserma la Fiat Panda della donna è stata data alle fiamme.

E' stato così che un uomo di 49 anni è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni con le accuse di estorsione, maltrattamenti in famiglia e danneggiamento.

L'incendio e la denuncia

Domenica pomeriggio la 67enne aveva accompagnato la sorella 83enne dai carabinieri per sporgere denuncia contro il figlio, un uomo di 49 anni già noto alle forze dell'ordine, che continuava a vessarla chiedendole soldi. Mentre le due donne si trovavano in caserma l'auto della 67enne, parcheggiata in via Papa Giovanni XXIII a Sesto San Giovanni è stata distrutta da un incendio doloso. Quindi i carabinieri hanno deciso di fare scattare la trappola: la 67enne, d'accordo con i militari, ha chiamato il nipote e gli ha chiesto "Quanto vuoi per lasciarci in pace?".

Una volta stabilita la somma si sono dati appuntamento e appena il denaro è passato dalle mani delle due donne al 49enne sono scattate le manette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento