Cane in fuga sulla Milano-Meda salvato dalle auto grazie alla polizia locale

L'episodio nel pomeriggio di mercoledì. Nel tratto si sono formati rallentamenti e al comando di polizia locale sono arrivate diverse segnalazioni per l'animale

Immagine di repertorio

A causare rallentamenti lungo la superstrada Milano-Meda mercoledì pomeriggio non è stato un incidente ma un cane. L'animale, in fuga lungo il tratto tra le auto, fortunatamente non si è fatto male ed è stato recuperato prima che la sua corsa potesse causare qualche sinistro. 

A recuperare il cane, un esemplare femmina, sono stati gli agenti della polizia locale di Paderno Dugnano in collaborazione con alcuni volontari del canile di Limbiate e il personale dell'Asl di Sedriano. Ad allertare gli agenti e a chiedere il loro intervento, sono stati alcuni automobilisti che hanno segnalato la presenza dell'animale intorno alle 14 all'altezza dell'uscita in direzione Milano di Paderno Dugnano. 

La cagnolina in fuga dalla Milano-Meda poi si è spostata sulla Tangenziale Nord dove è stata finalmente fermata e recuperata all'altezza dell'area di servizio tra Nova Milanese e Cinisello Balsamo. Per riuscire a fermare la cagnolina gli agenti hanno dovuto chiudere a tratti la superstrada per l'incolumità dell'animale e per garantire la sicurezza degli automobilisti in transito.

Il cane è risultato dotato di microchip ma il dispositivo non è collegato ad alcun nominativo registrato all'anagrafe canina e sono in corso accertamenti per risalire al proprietario. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento