Ceriano, si sbloccano i lavori all'ex materna

Raggiunto nei giorni scorsi un accordo soprattutto economico tra il comune e Enel Rete Gas. I lavori potrebbero ripartire già a gennaio per concludersi entro l'estate

L'ex scuola materna (fonte: comune di Ceriano Laghetto)

All'ex scuola materna di piazza Diaz torneranno presto a lavorare le ruspe. Il comune di Ceriano Laghetto e Enel Rete Gas hanno infatti finalmente raggiunto l'accordo (di natura soprattutto economica) che consente di sbloccare i lavori fermi ormai dal 2009. Con il nuovo accordo, il cantiere può essere aperto già da gennaio, e tutto dovrebbe concludersi entro l'estate.

Alla base dell'impasse, la dimostrazione (da parte di Enel Rete Gas) di avere già sostenuto spese per circa 1,2 milioni di euro, qualcosa in più di quanto preventivato all'inizio, soprattutto per oneri aggiuntivi. Secondo l'accordo, il comune anticiperà 46mila euro per spese di progettazione e direzione dei lavori da oggi a fine opera. Enel Rete Gas anticiperà tutto il resto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le somme anticipate saranno riaddebitate a chi subentrerà, nel 2021, alla scadenza dell'attuale contratto di gestione. Il nuovo accordo, al di là delle questioni economiche, prevede anche la realizzazione dell'isolamento termico e, stando alla giunta di Ceriano, un progetto generale più funzionale a uno spazio comunale polivalente e nuovi spazi per il servizio di scuola dell'infanzia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • Maxi blitz della polizia ai giardinetti e un elicottero in volo sopra Monza

  • Il coronavirus torna a far paura: "Situazione può diventare esplosiva, adesso Monza rischia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento