Un bar "stellato" in Brianza, il bar Colzani nella guida Gambero Rosso

A confermarsi patria dei bar d'eccellenza è stata la Lombardia

Per dieci anni bar d'eccellenza d'Italia e ora locale "stellato".

Dopo aver ottenuto ininterrottamente per un decennio il riconoscimento "tre chicchi e tre tazzine" il bar Colzani di Cassago Brianza figura anche quest'anno nella guida 2017 Gambero Rosso, la "bibbia" che valorizza l'eccellenza italiana a colazione.

Tra i mille e trecento indirizzi selezionati da Gambero Rosso e tra i bar premiati in tutto lo Stivale c'è anche lo storico locale di via Nazario Sauro a Cassago Brianza che è un punto di riferimento non solo per la colazione ma anche come torrefazione, pasticceria e cioccolateria.

La quindicesima edizione del premio che "si propone di valorizzare e promuovere la cultura del bar italiano" riconosce la tradizione dell'eccellenza dello storico locale che sorge “nel cuore della Brianza”.

Una storia di tradizione e continua ricerca di nuovi sapori e profumi ricca di gusto, sapore, gesti, sguardi, parole, sorrisi, i cui protagonisti sono il caffè, la ricca pasticceria, le confetture, i succhi biologici, il cioccolato da degustazione e altre delizie per il palato. 

A confermarsi patria dei bar d'eccellenza è stata la Lombardia che tra i locali che hanno avuto una menzione nella guida 2017 di Gambero Rosso ne vanta almeno dieci. In apertura di guida oltre ai locali dove fare una colazione strepitosa, c'è una sezione dedicata ai cocktail bar dell’anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento