Cronaca

Armato di coltello, urla Allah Akbar e si scaglia contro i carabinieri: arrestato 36enne

È successo nel pomeriggio di domenica a Cinisello Balsamo, arrestato un 36enne

Immagine repertorio

Brandiva un grosso coltello e stava minacciando i passanti. In pieno pomeriggio, in viale Romagna a Cinisello Balsamo (Quartiere Crocetta). Risultato? Le manette con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. È successo domenica 27 maggio, nei guai un cittadino egiziano di 36 anni, già noto alle forze dell'ordine e irregolare in Italia.

Tutto è accaduto intorno alle 16, come riferito dai carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni. L'uomo ha richiamato prima l'attenzione dei passanti, poi una pattuglia del nucleo radiomobile. Resosi conto di essere alle strette è scappato attraversando viale Fulvio Testi e raggiungendo viale Casiraghi.

A quel punto la sua fuga è terminata: i carabinieri lo hanno raggiunto, bloccato dopo una breve colluttazione durante la quale l'uomo pare abbia urlato "Allah Akbar". Ma del coltello non c'era più traccia, sicuramente se ne era liberato. Trattenuto nella notte in camera di sicurezza, il 34enne è stato portato lunedì mattina a Monza per il rito direttissimo e il giudice ha deciso per la misura cautelare in carcere perché pericoloso. Sul caso sono in corso accertamenti per capire se sia legato ad ambienti radicali islamici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armato di coltello, urla Allah Akbar e si scaglia contro i carabinieri: arrestato 36enne

MonzaToday è in caricamento