Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

I carabinieri mettono in sicurezza le caprette girovaghe, ora ospitate all'Enpa

I due animali per una settimana hanno girovagato per le vie di Concorezzo. Si tratta di due esemplari giovani che provengono, probabilmente, da detenzioni abusive

Le capre che per una settimana hanno girovagato tranquillamente per le vie del centro storico di Concorezzo adesso sono al canile dell’Enpa. “Grazie alla collaborazione dei cittadini – scrive il sindaco Mauro Capitanio sul suo profilo Facebook - e all’intervento dei carabinieri, le due caprette sono state messe in sicurezza e portate all’Enpa di Monza (il Comune di Concorezzo dall’inizio dell’anno è convenzionato con l’Ente nazionale protezione animali, ndr). Una delle due è stata ritrovata nella mattinata di domenica 18 aprile in Villa Zoia”.

"Sono due caprette francesi che provengono da detenzione abusiva"

Intanto nel rifugio di via San Damiano le simpatiche caprette si sono immediatamente ambientate. "Molto probabilmente si tratta di due sorelle, di giovane età – spiega a MonzaToday il presidente dell’Enpa Giorgio Riva -. Sono due capre francesi, spaventate e poco umanizzate. Questi animali, se ben educati, riescono a socializzare come i cani”. Le caprette, in attesa dell’arrivo dei veterinari dell’Ats per tutti i prelievi del caso, sono state isolate dal resto del gregge che vive nel rifugio. “Sono prive di marchio auricolare – precisa Riva -. Molto probabilmente provengono da una detenzione abusiva. Episodi che, purtroppo, sono sempre più frequenti con questi tipi di animali anche sul nostro territorio”.

capra concorezzo-3

Nel rifugio ci sono già dieci caprette in attesa di adozione

Intanto le caprette, insieme nello stesso box, si sono tranquillizzate e mangiano con appetito. In attesa poi di poter essere messe in adozione. “Ci stiamo riempiendo di capre – precisa il presidente Riva -. Nel rifugio ne avevamo già 3; settimana scorsa ne sono arrivate 7 da una zona di confine di Brugherio; adesso anche le 2 francesi di Concorezzo”. Naturalmente l’adozione delle capre non è per tutti. “Con tutti gli accertamenti e le verifiche che facciamo con tutti i nostri animali, le capre verranno affidate solo a coloro che avranno tutte le indicazioni di legge per poterle ospistare - conclude - E soprattutto non dovranno essere messe a reddito ma restare animali da compagnia”. Per chi desidera adottare le capre, o gli altri animali presenti nel rifugio, inviare un’email a canile@enpamonza.it

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri mettono in sicurezza le caprette girovaghe, ora ospitate all'Enpa

MonzaToday è in caricamento