Caos durante un concorso per infermieri al PalaIper: polizia e carabinieri nel palazzetto

A causa dei disordini la prova è stata rinviata

Le forze dell'ordine fuori dal PalaIper

Polizia di Stato e carabinieri sono dovuti intervenire lunedì mattina Monza, al PalaIper, durante una sessione d'esame di un concorso per infermieri indetto dalla Azienda Ospedaliera Sacco di Milano. 

Mentre circa duemilacinquecento candidati erano all'interno del palazzetto per sostenere la prova d'esame si è scatenato il caos e per riportare la situazione alla calma è stato necessario l'intervento delle forze dell'ordine. 

Caos all'esame per infermieri, interviene la polizia

Tutto è iniziato dopo che le buste contenenti le prove d'esame erano già state distribuite ai candidati. Pare infatti che, secondo quanto è trapelato, poco prima che la commissione autorizzasse i candidati ad aprire le buste e leggere i contenuti dell'esame qualcuno avesse già preso conoscenza dei quesiti e avesse anche immortalato e fatto circolare su alcune chat i titoli della prova. La situazione è presto degenerata così la commissione prima ha deciso di annullare una delle prove e risorteggiare tra le due restanti il quesito poi ha optato per annullare del tutto la sessione e rinviarla.

Immediatamente nel palazzetto si sono levate le proteste dei candidati molti dei quali per essere a Monza avevano affrontato un lungo viaggio da località di tutta Italia e sostenuto spese per la trasferta e il soggiorno. 

Guarda il video | Caos al concorso per infermieri

concorso-2

Carabinieri e polizia al PalaIper

Nel palazzetto sono arrivate diverse pattuglie dei carabinieri e il personale degli uffici della polizia di Stato che hanno ricostruito quanto accaduto intervenendo per far fronte ai problemi di ordine pubblico che si erano venuti a creare a causa dei disordini. La situazione è ritornata presto alla calma e la sessione d'esame è stata rinviata al 16 ottobre. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il precedente, caos al concorso 

Non è la prima volta che le forze dell'ordine sono costrette a intervenire al Palaiper per calmare gli animi durante lo svolgimento di una prova d'esame. E' successo anche lo scorso 10 marzo 2015 quando nel palazzetto dello sport di Monza si erano radunate quasi duemila persone per un concorso indetto dall'azienda Sant'Anonio Abate di Gallarate. L'arrivo delle forze dell'ordine in quella occasione era stato sollecitato dall'organizzazione che aveva richiesto l'intervento dei militari per calmare la situazione e richiamare all'ordine l'ingente numero di candidati che era accorso a sostenere la prova scritta. I ritardi che si erano accumulati a causa della grande affluenza avevano creare difficoltà logistiche nell'organizzazione e nei controlli tanto che alcuni candidati, secondo quanto lamentato all'epoca, avevano con sè telefoni cellulari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento