Ha adescato sette ragazzine sul web: condannato a cinque anni e mezzo

Dietro il falso profilo social si nascondeva un marocchino di 20 anni: contattata minorenni e si faceva scatti privati. Poi chiedeva denaro per non pubblicarlo

E’ stato condannato a cinque anni e quattro mesi di carcere il «bel ragazzo» che ha adescato sette ragazzine minorenni (una ha poi compiuto 18 anni) residenti in Brianza. I carabinieri hanno scoperto che dietro il profilo web con foto di muscoli e spalle larghe si celava un marocchino di 20 anni. Fascino, non ne aveva molto. Ma la parlantina, era assai svelta. Così, lo straniero era riuscito a convincere le sette giovanissime a inviare foto e video hard.

Il 20enne puntava sulla giovane età e sull’ingenuità delle ragazze. Ma anche su una capacità di corteggiare e di trovare gli «argomenti giusti». Appena le minorenni inviavano il materiale, il giovane gettava la maschera. Riuscendo a ottenere soldi, cellulari e tablet che le ragazze consegnavano senza fiatare, pur di scongiurare la pubblicazione delle immagini hard sulla platea universale del web.

I carabinieri e il Tribunale di Monza hanno lanciato un appello: nessuna delle ragazzine aveva mai raccontato ai genitori nulla, tenendosi dentro un vero incubo e l'invito e' quello di migliorare il dialogo con i propri figli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

Torna su
MonzaToday è in caricamento