Oasi Lipu e centro ambientale Langer: sottoscritto l'accordo

LIPU, Parco Groane e Comune di Cesano Maderno insieme per la tutela dell'ambiente e la valorizzazione dell'area

La firma dell'accordo martedì

Il Comune di Cesano Maderno, la Lipu e il Parco delle Groane insieme per la gestione dell’Oasi naturalistica e del centro Ambientale Alex Langer.

E’ stata sottoscritta martedì mattina l’intesa che lega i tre enti per la prosecuzione delle comuni intenzioni in termini di tutela, conservazione e divulgazione dei valori naturali e ambientali del territorio. Il percorso di collaborazione che aveva visto il comune e gli altri partner lavorare fianco a fianco era iniziato oltre 15 anni fa: martedì invece alla presenza del primo cittadino di Cesano Pietro Luigi Ponti, dal Direttore Generale Nazionale della LIPU Danilo Selvaggi e dal Presidente del Parco Regionale delle Groane, Roberto Della Rover è stata sottoscritta una nuova convenzione.

Con l'accordo, oltre a manifestazioni a tema ecologico di carattere sia didattico che pratico, verranno agevolate le possibilità di visita all'Oasi ed al Parco, con l'obiettivo di ampliare sempre più la conoscenza dell'universo floro-faunistico che rappresentano per l'area territoriale.

“Per una Cesano e una Brianza sempre più verdi - ha sottolineato il Sindaco di Cesano Maderno e Presidente della Provincia di Monza Brianza, Pietro Luigi Ponti, "la storia dei nostri territori parla di un passato di pesante sfruttamento industriale e di scarsa coscienza e conoscenza ecologica. Poiché 'il futuro nasce dalla memoria', quasi per una sorta di riscatto abbiamo voluto e creduto nella rinascita ambientale della Brianza a cominciare proprio da qui, a Cesano, da quelle stesse aree che oggi rientrano nel Parco, scelte ad emblema di un futuro eco-sostenibile condiviso. L'educazione ecologica e la salvaguardia dell'ambiente non sono più un lusso ma viceversa una necessità inderogabile di condotta, per la conservazione stessa delle condizioni di vita".

L’oasi Lipu si estende nel Parco delle Groane per 100 ettari all’interno dei quali trovano spazio oltre 130 le specie di uccelli censite, 12 gli animali selvatici in difficoltà consegnati dai cittadini al Centro visite.

Nel 2014 l’oasi ha richiamato sul territorio oltre 4000 visitatori tra studenti, corsisti, gruppi organizzati e frequentatori abituali mentre 2.144 studenti suddivisi in 93 classi sono stati coinvolti in attività di educazione ambientale. Oltre a essere un luogo dedicato a "Campi-Natura" estivi l’oasi è anche una cornice naturale in cui si svolgono serate divulgative, laboratori per famiglie, escursioni notturne e feste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento