rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza Trento E Trieste

Monza: una città vietata ai cani, "illegalmente"

In città, in numerosissime aree verdi, sono apparsi cartelli che vietano l'ingresso ai cani. I segnali, però, non hanno il logo del Comune, né riferimenti a delibere. Paolo Piffer: "Cittadini colpiti negativamente"

Il logo del Comune non c’è. Il numero della delibera neanche. Eppure i cartelli sono apparsi, numerosi, in quasi tutte le aree verdi della città. Aree verdi che - dura lex, sed lex - sono diventate vietate per tutti i cani. 

A segnalarlo, con un misto di ironia e sorpresa, è Paolo Piffer, consigliere di Primavera Monza. “Da metà agosto - dice a MonzaToday - la città è disseminata di cartelli dalla dubbia regolarità che vietano l’accesso ai cani nelle aree verdi”. 

La prima, e più evidente, conseguenza è che tutti i cittadini che non vorranno infrangere la legge saranno costretti a portare i propri amici a quattro zampe esclusivamente nelle aree di sguinzagliamento. Ma anche qui, immancabilmente, i problemi non mancano. 

“Le aree di sguinzagliamento - fa notare Piffer - sono attualmente insufficienti e mantenute in modo discutibile. Ancora una volta pare che per la negligenza di pochi pagheranno tutti”. 

Il consigliere, che scherza sul proprio profilo Facebook nascondendo l’identità del proprio cane, propone anche qualche soluzione, non impossibile da attuare. “Se il problema è l’irresponsabilità dei padroni che non raccolgono le deieizioni del loro cane, non sarebbe stato più opportuno prima attivare una campagna di sensibilizzazione sul territorio, aumentare il numero dei cestini per strada, dislocare dei dispenser in modo da andare incontro ai più distratti e solo come ultima ratio prevedere dei divieti?”.

“Si è optato - il j’accuse di Piffer, pronto a portare la questione in Aula - per la soluzione più semplice, meno lungimirante ed anche più funzionale alle casse del Comune”.

Piffer, però, non è l’unico che ha intenzione di reagire. Barbara Zizza, admin del gruppo Facebook “Monza a 4 zampe”, ha infatti annunciato di essere pronta a dare il via a una raccolta firme per chiedere il ripristino della aree verdi dedicate ai cani e la manutenzione di quelle già esistenti. 

Ph: lo scatto ironico postato su Facebook dal consigliere Paolo Piffer

foto cane-2-2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza: una città vietata ai cani, "illegalmente"

MonzaToday è in caricamento