Cronaca

Droga in carcere a Monza, cocaina sotto il letto di un detenuto

La perquisizione venerdì nella casa circondariale monzese

Droga in carcere, nascosta sotto il materasso. Gli agenti della polizia penitenziaria venerdì hanno perquisito la casa circondariale monzese e hanno scoperto della sostanza stupefacente nella cella di una sezione del carcere dove sono reclusi un italiano e un cittadino sudamericano.

“I poliziotti penitenziari del carcere di Ivrea hanno condotto una perquisizione interna finalizzata a prevenire l’eventuale possesso di oggetti non consentiti in cella - spiega Nico Tozzi, vice segretario regionale SAPPE della Lombardia: una volta raggiunta la Sezione dove sono in atto la vigilanza dinamica e il regime penitenziario aperto, cioè con controlli occasionali, in una cella occupata da due ristretti (uno italiano, l’altro sudamericano) è stato trovato un congruo quantitativo di sostanza stupefacente, presumibilmente cocaina, occultato sotto il letto". In seguito all'accaduto entrambi i detenuti sono stati spostati nella Sezione Isolamento del carcere brianzolo.

“Il rinvenimento di droga in una cella del carcere di Monza, nella sezione a vigilanza dinamica,” aggiunge da Roma, il Segretario Generale del SAPPE Donato Capece “conferma che tenere i detenuti a non far nulla, anche nei momenti previsti di socialità, può essere grave e pericoloso. Deve fare seriamente riflettere anche sulle pericolose condizioni di lavoro dei poliziotti penitenziari, che ogni giorno di più rischiano la propria vita nelle incendiarie celle delle carceri italiane".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga in carcere a Monza, cocaina sotto il letto di un detenuto

MonzaToday è in caricamento