rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca

Lo spaccio a 16 anni, i furti sulle auto e l'arresto: espulso 22enne

Il giovane era stato più volte collocato in comunità di recupero ed era finito anche in carcere dove aveva minacciato di fomentare disordini. L'espulsione

Una lunga "carriera" con la droga iniziata a 16 anni e poi gli arresti collezionati per minacce, resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio e furti. E ora l'espulsione.

Nella giornata di domenica 18 settembre, il personale dell’Ufficio Immigrazione della questura di Monza e della Brianza ha eseguito l’accompagnamento presso il Centro di Permanenza per i Rimpatri di Romavdi un cittadino tunisino di 22 anni, irregolare sul territorio italiano e con numerosi precedenti penali.

Il ragazzo risulta fosse arrivato in Italia a 16 anni, cominciando subito a rendersi responsabile, come attestano i precedenti con la giustizia, di reati contro il patrimonio e attività di spaccio. Collocato più volte in comunità di accoglienza su disposizione del Tribunale per i Minorenni di Bologna, si allontanava dopo poco. Tra il 2018 e il 2019 il 22enne ha accumulato numerose condanne per spaccio di droga.

Nel 2019 era stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri di Cologno Monzese perché sorpreso insieme a un connazionale a danneggiare auto parcheggiate per rubare effetti personali dei proprietari dei veicoli. Addosso al 22enne erano stati trovati numerosi capi di abbigliamento, occhiali da sole e un tablet. Ora si trova presso il C.P.R. di Roma e sarà trattenuto per il tempo necessario all’esecuzione dell'espulsione per il definitivo allontanamento dal territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo spaccio a 16 anni, i furti sulle auto e l'arresto: espulso 22enne

MonzaToday è in caricamento